Appena nato
close

Appena nato

Il tuo bimbo

Il tuo bimbo

Un bebè, solitamente è rannicchiato in posizione fetale. E' come sollevare un fagiolino. Le ginocchia sono piegate verso lo stomaco e le braccia adese al petto. La massima felicità consiste infatti nello stare raggomitolato in uno spazio caldo e accogliente, proprio come avveniva nell'utero. Svestirsi è una faticaccia e il cambio del pannolino è una tortura. Il neonato desidera riposare tra le tue braccia e sentire il tuo battito cardiaco. La vista è ancora debole. Il neonato vedrà il tuo viso, ma non oltre. In più, percepisce ancora tutto in bianco e nero. Ma l'olfatto è davvero ben sviluppato e dopo solo cinque giorni, il bimbo sa già riconoscere l'odore dei genitori.  

Tu

Genitore

Di nuovo a casa, con un neonato. Come così tanti altri genitori prima di te, ti chiederai perché ti abbiano già fatto uscire dall'ospedale con una creaturina così piccina. Diventare genitori è un enorme cambiamento, non c'è dubbio, ma non preoccuparti. Presto avrai l'impressione che il bimbo abbia sempre fatto parte della famigliaCome sta il tuo corpo, mammina? Potrebbe sentirsi un po' malconcio. Fai gli esercizi del pavimento pelvico quando puoi, ti aiuteranno a rimetterti in forma più velocemente. Allattando, instaurerai un forte legame con il bimbo, che associerà il tuo odore alla cosa più deliziosa del mondo, ovvero il cibo, e vorrà mangiare in continuazione. Per cui, il tuo lavoro, papà o compagno, sarà occuparti di tutto il resto: cambiare il pannolino, fare il bagnetto, tenere il bambino, pulire qua e là, riempire alla tua compagna il bicchiere d'acqua (avrai molta sete quando allatti), dire di no ai mille ospiti che vorranno venire a trovarvi, e ricordare ai pochi amessi di presentarsi con un buon tè la mattina o con qualcosa di buono e bell'e pronto per la cena.

An error occured, please try again later.
Loading...